L’onorevole Bavoso e il profitto scolastico di Melchiorre.

Negli istituti scolastici è tempo di tirare le somme e analizzare il profitto scolastico degli studenti. Ciò accade anche in carcere con l’ onorevole Bavoso, il quale parla del suo unico studente (o meglio, collaboratore), Melchiorre con suo padre. Ha pochi alti e molti bassi, per questo viene criticato dai conduttieri “lei sui voti è un po’ tirato”.

Da notare il messaggio pubblicitario d’ epoca in sovraimpressione: ORARI SPETTACOLI AL TEATRO AUGUSTEO DOMENICA 19/04/98. ORE 18:00 ed ORE 21:15.

Gennaro D’Auria: il mago che fa la palla!

Lino D’Angiò di Telegaribaldi imita il mago Gennaro D’Auria, proponendo una delle sue ossessioni ricorrenti: la presunta omosessualità di un ascoltatore. Purtroppo la caricatura del Gennarone risulta meno spassosa dell’originale. E’ inoltre evidente che D’Angiò prende spunto dalle numerose clip di Gennaro D’Auria proposte nel corso degli anni dal sito gennarodauria.com. Il mago ha infatti abbandonato la televisione da diversi anni ed ha persino ridotto le dirette sulla mitica Radio Camaldoli Stereo (l’ultima risale all’aprile 2008). Speriamo che questa rinnovata notorietà offerta da Telegaribaldi convinca il solo e autentico Gennaro D’Auria a ritornare da protagonista nel mondo delle televisioni private. Per chi volesse saperne di più sul mago di Torre del Greco visitate www.gennarodauria.com oppure www.gennaro-dauria.com

TeleGaribaldi.com

Ciruzzo Tozzi canta “Nunzia”, un cult e un’esclusiva imperdibile!

ZD YouTube FLV Player

Telegaribaldi Old, Ciruzzo Tozzi, un mito per i Garibaldini, il cantante parodia degli emergenti cantanti neomelodici degli anni 90, il testo della canzone è volutamente comico, magistralmente interpretato da un grande Alan De Luca al meglio di se, con un travestimento un po’ Umberto Tozzi un po’ Nino D’Angelo: canta la storia con la sua Nunzia e della spiaggia dove si incontrarono, del mare romanticamente color cioccolato, di quella sabbia di quegli ombrelloni e delle scorze di mellone a far da cornice al loro amore mai dimenticato dallo sfigato Ciruzzo. La storia finisce male, il Tozzi napoletano canta con dolore delle chiacchiere della gente che gli portano notizie che l’amata starebbe con un altro uomo, da qui l’avvincente e fantasiosa frase finale: Leggi tutto “Ciruzzo Tozzi canta “Nunzia”, un cult e un’esclusiva imperdibile!”

Vergognoso atto di razzismo a Telegaribaldi, un agente italiano Aniello Guardascione tenta di lanciare nel giro che conta l’imitatore tunisino Ali Sasà, ma viene aggredito con epiteti dai conduttieri.

Aniello Guardascione, organizzatore fallito di spettacoli sul territorio campano e Alì Sasà, lavavetri tunisino e imitatore di cantanti conterranei. I due sotto la galleria di Napoli sono un’accoppiata vincente nel mondo dello spettacolo, grazie ad Alì con l’ imitazione di personaggi noti con la supervisione promozione e l’agenzia di Guardascione. C’è però un problema: i due sostengono che i loro spettacoli abbiano come tema principale l’ imitazione di personaggi tunisini, quando in realtà si tratta di imitazioni mal riuscite di famosi personaggi dello spettacolo italiani come in questo caso: Carlo Verdone e Sandro Ciotti. E da qui nascono le solite discussioni tra Alì e i due conduttieri Alan De Luca e Lino D’Angiò di Telegaribaldi, in questo video ascolteremo il solo D’ Angiò come voce fuori campo, i due, persino il De Luca latitante, vengono accusati di razzismo! Omm bell!!! Tien i quallità!!!

TeleGaribaldi.com